Lifestyle

Emanuela Tittocchia: “Indovina chi viene a cena A CASA DI EMY?”!

Indovina chi viene a cena "A CASA DI EMY"?!

Emanuela Tittocchia ci mostra Il modo più raffinato, attraente e intimo per gustare la cucina del cuore in un programma dal nuovo e originale sapore.

Non vediamo l’ora di andare a cena con Emanuela Tittocchia e i suoi illustri ospiti. Il 4 luglio alle ore

22 andrà in onda la prima puntata dell’attesissimo programma televisivo “A CASA DI EMY” su Alma TV di Giovanni Sciscione. Ideata, scritta e condotta dalla stessa Tittocchia con la regia di Giuseppe Morelli.

Emanuela, che tanto ha esplorato l’animo umano soprattutto grazie al lavoro di attrice, intervisterà

volta per volta un ospite, attore, cantante, sportivo, dal quale si farà rivelare il “piatto del cuore”, quello che ha lasciato un segno, un ricordo. Mentre lo chef, ai fornelli, prepara il piatto richiesto, l’ospite metterà a nudo la propria anima, i propri sentimenti, i propri sogni, raccontandosi senza pudori.

È il caso di dire; non importa che sia fritto, al vapore o un piatto della tradizione, “A CASA DI EMY” si cucina emozione, vita, anima, pane e amore. Emanuela Tittocchia nell’intervista ci spiega e ci svela il suo “piatto del cuore”. Buon appetito e buona visione.

Finalmente, l’originalità va a tavola. “A Casa di Emy” è un programma televisivo che tocca, in modo curioso e nuovo, l’anima e le vite degli ospiti partendo dal loro piatto del cuore. Emanuela, non possiamo non chiederti: il tuo qual è?

“Il mio è la crema zabaione che mi faceva mia nonna Pia, la mamma di mamma, una figura importantissima per me. Per mia nonna cucinare era più una missione che una passione, serviva non solamente a riempire la pancia, ma lo faceva soprattutto per il cuore e per la mente. Senza marsala, naturalmente, semplicemente tuorlo d’uovo sbattuto con lo zucchero, a mano, con un cucchiaio di legno, fino a farlo diventare una spuma chiara da mangiare con i biscotti. Ero piccola, ma mi ricordo benissimo che mi seguiva, mentre io giocavo in giardino, e mi imboccava. Nonna mi manchi tanto! Ogni volta che assaggio la crema zabaione ho un tuffo al cuore e penso all’amore di nonna.”.

Un nuovo programma tv, una serie ben fatta “A Casa di EMY”, ideata, scritta e condotta magistralmente dalla stessa Emanuela Tittocchia, andrà in onda da lunedì 4 luglio alle ore 22, ironia della sorte su Alma TV, lì proprio dove anche di anima si parla, dalla traduzione più profonda almus alma, nutrire. È un caso? Giocando sulla domanda, che tipo di nutrimento darai ai tuoi telespettatori?

“Bellissima osservazione. Allora ti racconto una cosa. Mentre frequentavo la Scuola di Recitazione a Torino, ho portato in scena “Estate e fumo”, opera meravigliosa di Tennessee Williams. Io interpretavo Alma, la protagonista femminile, una ragazza dotata di una sensibilità non comune. Nel prologo Alma dice: «Io mi chiamo Alma; e sai che vuol dire in spagnolo Alma? Anima». Ho amato follemente questo personaggio. Ed ora questo nome torna nella mia vita. Ci ho pensato molto. In realtà in questo caso “Alma” nasce dalla fusione di Alice TV e Marco Polo, quindi sono state usate le iniziali dei due nomi. E’ una emittente in cui si parla di cucina e di viaggi. Io cerco di dare un profondo nutrimento all’anima, oltre che al corpo. Penso che sia tutto profondamente collegato ed io ho molta curiosità di indagare nei ricordi, nei pensieri, nei sogni dei miei ospiti.”.

Avendo ideato tu stessa il programma, come sei arrivata a questa prelibata e nuova idea? Cosa ti ha ispirato?

“Il desiderio di tornare alle nostre origini. Nella prefazione della mia tesi di laurea scrivevo nel 1996 “Quando si vuole annientare un popolo bisogna tagliare il cordone ombelicale che lo lega alle proprie origini”. Penso che valga la stessa cosa con gli esseri umani. Dobbiamo ripartire dall’inizio, ricordarci chi eravamo, cosa ci piaceva, quello che ci emozionava… La trasmissione racconta questo usando come strumento il cibo”.

Fellini disse: “la vita è una combinazione di pasta e magia”, tu cosa aggiungeresti a questo aforisma felliniano?

“La vita è una combinazione di pasta, magia e amore. L’amore è anche frutto di consapevolezza e gioia di vita. Per arrivare ad amare gli altri ed il prossimo bisogna fare pace con se stessi e aver voglia di donare. Poi è bellissimo!”!

Rubando una similitudine culinaria, Emanuela Tittocchia possiamo dire essere la ricetta completa con tutti gli ingredienti: personalità, preparazione, bellezza, attenzione, cura e passione. Un menu perfetto di teatro, cinema, Tv, radio, musica, pubblicità, scrittura, oltre a una laurea al Politecnico di Torino. Pronta per la conduzione del suo nuovo programma televisivo, in una parola si merita da parte nostra il titolo di “Dottoressa dello spettacolo”. Di questo mondo, ti senti in parte un architetto?

 

“Wow, che bello. Grazie. Sì, hai detto bene, mi sento un architetto nella capacità di immaginare, progettare, realizzare. Dalla scenografia alla rappresentazione. La laurea in architettura mi ha aiutata molto nel mio lavoro, anche perché ho un metodo di studio che altri, mi accorgo, non hanno. Nel programma “A casa di Emy” ho curato tutto io, dallo studio televisivo, alla scrittura, alla scelta degli ospiti, all’organizzazione. E’ una bella esperienza in cui ho usato tutto quello che ho imparato in tutti questi anni.”.

Hai mai visto il cartone animato Ratatouille, quando, l’imperioso giornalista critico gastronomico Anton Ego, assaggiando una semplice e povera ratatouille, si commuove perché gli ricorda la sua infanzia quando cadde dalla bicicletta e la mamma lo consolò con la ratatouille? Al pari, questo programma televisivo metterà sul piatto gioie e dolori degli intervistati?

“Assolutamente sì. Mettiamo sul piatto la nostra vita, i nostri ricordi più belli, le nostre evocazioni più suggestive. Annusando un’essenza, assaggiando un piatto, ascoltando le note di un carillon entreremo in altre dimensioni e mondi che ci riportano alla nostra origine. Abbiamo fatto un bel viaggio!”

Come da scaletta, lo chef professionista, presente in studio, al termine, farà assaggiare all’ospite la pietanza del cuore e lo stesso dirà se quel gusto è riuscito a risvegliare quell’emozione. Un piatto può veramente risvegliare l’emotività? E se lo chef non dovesse riuscirci?

 

“Sì, il piatto assaggiato può risvegliare ricordi antichi. Credo che gli chef (tutti grandi professionisti) saranno in grado di riportare l’ospite indietro nel tempo. Verranno date indicazioni precise per la realizzazione del piatto. Sono comunque molto curiosa di vedere che cosa accadrà.”.

Guardando “A Casa di EMY” anche il telespettatore ripercorrerà insieme a te il proprio legame con il cibo, il tuo qual è? Nella realtà Emanuela accoglie gli ospiti nello stesso modo in casa sua? Come ti piace viziarli? Cosa cucini?

 

“Gli amici personaggi tv che verranno ospiti nel mio programma sono: Rosaria Cannavò, Michele Cucuzza, Mago Heldin, Vania Della Bidia, Sofia Bruscoli, Pablo e Pedro, Vincenzo Bocciarelli, Gianluca Profili (proprietario Clinic Medical Beauty), Emanuela Gentilin, Edoardo Siravo, Cristiana Ciacci (figlia di Little Tony) ed Angelo Petruccetti, Donatella Pompadour, Morgana (artista internazionale), Veronica Corrente (Miss Europe Continental) Samuela Sardo, Emilio Franchini, Angelo Sanzio.

Li accoglierò come accolgo gli ospiti a casa mia, voglio che si sentano a loro agio, sarà una chiacchierata tra persone che si confidano e si vogliono bene”!

A parte i ricordi, Emanuela Tittocchia, se fosse un piatto, quale sarebbe?

 

“Una pizza con tanti ingredienti, perché alla fine io ho tante sfaccettature diverse. Tanto piccante e in fondo buonissima.” 


La tua innata elegante seduzione ed empatia, riusciranno a scoprire le intimità, anche più piccanti, dei personaggi ospiti?

Beh devo dire di sì. Mettere a nudo la propria anima, i propri sentimenti, i propri sogni credo sia più intimo di tanto altro e questo lo faremo. Abbiamo voglia di raccontarci e di scoprire qualcosa di più di noi stessi, senza pudore. Arriviamo da un periodo complesso e la ritrovata libertà sta anche in questo.

Emanuela tittocchia
Emanuela tittocchia

Apri il link in basso e seguici sul nostro profilo ufficiale Instagram!